SEGUI LA NUOVA IDEA DI BENESSERE

FacebookYoutubeTwitterLinkedin

POS obbligatorio per i professionisti dal 1° gennaio 2014

obbligo pagamenti tramite POS per i professionistiTra le scadenze che tra non molto riguarderanno i Professionisti, c’è quella del 1° gennaio 2014, giorno a partire dal quale tutti gli Studi Professionali saranno costretti a utilizzare il POS (Point of Sale) per ricevere i pagamenti dai clienti.
Il motivo della decisione è da ricercare nella volontà di combattere l’evasione fiscale. Tutto porterà a utilizzare meno i contanti e quindi a una maggiore tracciabilità dei pagamenti.

Già il d.lgs 231/2007 aveva imposto il divieto di trasferire denaro contante o titoli al portatore per somme maggiori o uguali a 1.000 euro.

Bancomat, carte di credito e carte prepagate

Con l’introduzione del POS obbligatorio, il professionista dovrà accettare il pagamento tramite moneta elettronica. Il POS permetterà agli studi di leggere e accettare pagamenti tramite carte di debito (bancomat) accreditando l’importo direttamente in conto corrente. Oltre al bancomat, i professionisti dovranno accettare le carte di credito e le carte prepagate.

Il POS, le banche e i professionisti

Le banche chiederanno con ogni probabilità l’aumento delle commissioni: per ciascun pagamento effettuato elettronicamente scatta l’obolo telematico e aumentano le entrate nelle casse delle banche. L’acquisto del POS comporta inoltre una spesa non da poco per il professionista, sia per l’acquisto e l’installazione, sia per il canone da pagare mensilmente. Molto importante sarà quindi valutare quale banca offre la soluzione migliore, o la più economica, oppure quale Banca, a fronte del rilascio del Pos a pagamento, offre condizioni di conto corrente dedicato vantaggiose.

Considerazioni

Non sono state poche le polemiche sollevate dai professionisti in merito a questo nuovo ed ulteriore obbligo, quasi tutte relative al fatto che molti clienti/assistiti/pazienti preferiscono pagare tramite assegno bancario, quindi la movimentazione di denaro sarebbe comunque tracciata, quindi sembrerebbe un costo a carico del professionista inutile anche se non rilevantissimo, queste obiezioni hanno senza dubbio una fondata logica, ma dobbiamo considerare d’altro canto che l’utilizzo del POS potrebbe servire per fare pagare subito i clienti che scompaiono dopo aver promesso bonifici.

Sistema Helios

Attraverso la sezione Consulenza Finanziaria il medico professionista potrà valutare insieme all’esperto alternative, condizioni e soluzioni relative al conto corrente professionale dedicato ed al relativo POS.


Accedi al sito

Ricevi le news

Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul nostro sito web. Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su ACCETTO, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Policy